Facebook

NoaroFB

Quotidiani

Giornali Sportivi

Riviste

  • TES Altre

Interviste

Intervista con lo scrittore Marco Lugli

Intervista con lo scrittore Marco Lugli

«Vide un volto diabolico che la fissava attraverso le palpebre abbassate e che, con un ghigno...

Intervista con Massimo Lanzaro

Intervista con Massimo Lanzaro

«È inammissibile che i disturbi mentali causino ancora condizioni di emarginazione e...

Intervista con Libertango 5tet

Intervista con Libertango 5tet

E’ uscito recentemente “I’LL BE THERE” (TRP Music/Believe Digital), brano del LIBERTANGO 5TET...

Intervista con la cantante e arpista, Giuseppina Ciarla

Intervista con la cantante e arpista, Giuseppina Ciarla

E’ intitolato A Ticket Home, il nuovo album della cantante e arpista Giuseppina Ciarla,...

Intervista con il violinista e compositore, Francesco Del Prete

Intervista con il violinista e compositore, Francesco Del Prete

Prodotto dall’etichetta pugliese Dodicilune, nella collana editoriale Controvento, distribuito in...

Intervista con lo scrittore, Emanuele Zulli

Intervista con lo scrittore, Emanuele Zulli

Si descriva con tre aggettivi. Sognatore, curioso, sensibile.   Quando ha capito di...

Intervista con lo scrittore, Luca Leone

Intervista con lo scrittore, Luca Leone

Si descriva con tre aggettivi. Pigro, meteoropatico e sognatore.   Quando ha capito di...

Intervista con Ester Cesile

Intervista con Ester Cesile

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “Ocean Drive”, il nuovo singolo, dal sound...

Intervista con Sergio Andrei

Intervista con Sergio Andrei

E' disponibile su tutte le piattaforme digitali “Brava che sei”, il secondo capitolo musicale del...

Intervista con LACERO

Intervista con LACERO

Siamo in piena prima pandemia e dopo aver prodotto rispettivamente "Colpo d'occhio" e...

Intervista con Gli Impossibili

Intervista con Gli Impossibili

Giunti al settimo album gli Impossibili sono tornati al punk rock spensierato degli esordi con un...

Intervista con Kevin Peci

Intervista con Kevin Peci

“Quel che di vero c’è”, è il nuovo singolo di Kevin Peci. Un brano dal sound internazionale che...

Intervista con Joe Debono

Intervista con Joe Debono

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali e in copia fisica da venerdì 28 maggio 2021,...

Intervista con Frozen Farmer

Intervista con Frozen Farmer

 Dopo un lungo periodo dedicato all'attività live e alla composizione di nuovi brani, la...

Intervista con La Monarchia

Intervista con La Monarchia

E’ uscito il 7 maggio in radio e su tutte le piattaforme digitali, “Ossa” è il nuovo singolo de...

Intervista con il sassofonista Vittorio Cuculo

Intervista con il sassofonista Vittorio Cuculo

S’intitola Ensemble, il nuovo disco firmato Vittorio Cuculo Quartet Incontra i Sassofoni della...

Intervista con i Parabola

Intervista con i Parabola

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “Difendi”, il nuovo singolo della band milanese...

Due chiacchere con Marco  Merli , Frontman e musicista di Scala H

Due chiacchere con Marco Merli , Frontman e musicista di Scala H

- Ciao Marco , fino a 3 anni fa , se ti avessero detto che avresti pubblicato on line , in un...

Nuova intervista con Franca Barone

Nuova intervista con Franca Barone

Disponibile su tutte le piattaforme digitali e in copia fisica da venerdì 16 aprile 2021,...

Intervista a Ianez

Intervista a Ianez

“Minerva”, il nuovo singolo di Ianez (prodotto da Fabio Tumini per Satellite Records) è...

Intervista con Mavì

Intervista con Mavì

E’ disponibile “NOIRE” (Cantieri Sonori), il nuovo singolo di MAVÌ. “NOIRE”, brano d’esordio di...

Intervista con Meazza

Intervista con Meazza

Da Marzo é in radio, su tutte le piattaforme digitali e su YouTube con il videoclip, “Le parti...

Intervista con il cantautore Mauro Tummolo

Intervista con il cantautore Mauro Tummolo

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “Io ti conosco da sempre”, il nuovo singolo del...

Intervista con BF Project

Intervista con BF Project

Già disponibile su tutte le piattaforme digitali e in copia fisica, Smoothly è il nuovo disco...

Intervista con Silvia Donati

Intervista con Silvia Donati

Vortice è il nuovo album, prodotto dall’etichetta Irma Records, firmato Silvia Donati & Nova...

Intervista con Stefano Dentone

Intervista con Stefano Dentone

Undici canzoni originali scritte in italiano ed in inglese, questo è Aut/Out, il nuovo album di...

Intervista con Mafalda Minnozzi

Intervista con Mafalda Minnozzi

E’ uscito su tutte le piattaforme digitali da venerdì 5 febbraio 2021, Sensorial – Portraits in...

Intervista con Diego Nicolosi

Intervista con Diego Nicolosi

E’ disponibile su tutte le piattaforme digitali “Il capitale della mia poesia”, il nuovo singolo...

Intervista con il cantautore Riccardo Morganti

Intervista con il cantautore Riccardo Morganti

Una canzone spontanea, scritta tutta d’un fiato con un testo profondo che arriva dritto al cuore....

Intervista con Benedetta Raina

Intervista con Benedetta Raina

“CANZONI D’AMORE” (Noize Hills Records), è il nuovo brano di BENEDETTA RAINA, una cantautrice...

Intervista con Urban Fabula

Intervista con Urban Fabula

Movin’ è il nuovo album prodotto dall’etichetta TRP Music firmato Urban Fabula, formazione...

Intervista con Carlo Mey Famularo

Intervista con Carlo Mey Famularo

È online il video di “DONNA NERA” (Cieffe Label/Soundrop), il nuovo brano del cantautore...

 Intervista con Sabrina Di Monda

Intervista con Sabrina Di Monda

"Scugnizza Africana", è una canzone carica di energia che racconta un viaggio interiore ed allo...

Intervista con AMPLIFIRE

Intervista con AMPLIFIRE

Questo album scava: è una macchina del tempo, un excursus su eventi già accaduti, dei quali si...

Intervista con Marquez

Intervista con Marquez

Prologo. Campo largo. La terra tremante guarda le proprie rovine attraverso la lente opaca del...

Intervista con Banda POPolare dell'Emilia Rossa

Intervista con Banda POPolare dell'Emilia Rossa

"La Goccia e la Tempesta" ed è dedicato al partigiano Lorenzo "Orso" Orsetti caduto in Rojava...

Nuova intervista con Enrico de Angelis

Nuova intervista con Enrico de Angelis

E’ prevista per il 14 novembre l’uscita  del volume, “COLTIVO UNA ROSA BIANCA -...

Intervista con i Giannutri

Intervista con i Giannutri

Dopo l’uscita del primo album “Avventure Tropicali” nel 2018 (autoprodotto e distribuito su tutte...

Intervista con la cantante e compositrice Franca Barone

Intervista con la cantante e compositrice Franca Barone

E’ uscito “Underwater”, il secondo singolo della raffinata cantante e compositrice Franca Barone,...

Nuova intervista con Chiara Ragnini

Nuova intervista con Chiara Ragnini

La cantautrice ligure Chiara Ragnini è uscita nei giorni scorsi con quattro nuove canzoni...

INTERVISTA CON ENTROPIA & VERA DI LECCE

INTERVISTA CON ENTROPIA & VERA DI LECCE

Entropia & Vera di Lecce (ex cantante di Nidi D’arac), in Fragments fanno una impressionante...

Intervista con AB Quartet

Intervista con AB Quartet

Dal 29 agosto è disponibile su tutte le piattaforme di streaming “I BEMOLLI SONO BLU”, nuovo...

Intervista con LaRizzo

Intervista con LaRizzo

Attraverso “Fogli che raccontano”, LaRizzo, descrive il suo percorso artistico, raccogliendo i...

Intervista con Alessandro Bertozzi

Intervista con Alessandro Bertozzi

Disponibile su tutte le piattaforme digitali, Trait D’Union è il nuovo capitolo discografico...

Intervista con Sam Onso & The Kiters

Intervista con Sam Onso & The Kiters

Alex Redsea, è un artista di origini libanesi.  Insieme a  Uber Cavalli (basso...

Intervista con Cazale

Intervista con Cazale

Charlie out Cazale, cantante dei Frigidaire Tango e dei Vindicators ma anche produttore (Alice in...

Intervista con Wild

Intervista con Wild

Dal 25 settembre sarà disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming...

Intervista con  Mami

Intervista con Mami

E’ uscito in questi giorni “Non voglio stare su Meetic”, il brano d’esordio della cantautrice...

Intervista con Matteo Basso

Intervista con Matteo Basso

Matteo Basso ha scrittoil libro completo della discografia dei Death SS (tra le prime e più...

Intervista con Antonella Bucci

Intervista con Antonella Bucci

Da venerdì 7 agosto in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme digitali “L’ESTATE...

  • Intervista con lo scrittore Marco Lugli

    Intervista con lo scrittore Marco Lugli

    Published in Interviste

  • Intervista con Massimo Lanzaro

    Intervista con Massimo Lanzaro

    Published in Interviste

  • Intervista con Libertango 5tet

    Intervista con Libertango 5tet

    Published in Interviste

  • Intervista con la cantante e arpista, Giuseppina Ciarla

    Intervista con la cantante e arpista, Giuseppina Ciarla

    Published in Interviste

  • Intervista con il violinista e compositore, Francesco Del Prete

    Intervista con il violinista e compositore, Francesco Del Prete

    Published in Interviste

  • Intervista con lo scrittore, Emanuele Zulli

    Intervista con lo scrittore, Emanuele Zulli

    Published in Interviste

  • Intervista con lo scrittore, Luca Leone

    Intervista con lo scrittore, Luca Leone

    Published in Interviste

  • Intervista con Ester Cesile

    Intervista con Ester Cesile

    Published in Interviste

  • Intervista con Sergio Andrei

    Intervista con Sergio Andrei

    Published in Interviste

  • Intervista con LACERO

    Intervista con LACERO

    Published in Interviste

  • Intervista con Gli Impossibili

    Intervista con Gli Impossibili

    Published in Interviste

  • Intervista con Kevin Peci

    Intervista con Kevin Peci

    Published in Interviste

  • Intervista con Joe Debono

    Intervista con Joe Debono

    Published in Interviste

  • Intervista con Frozen Farmer

    Intervista con Frozen Farmer

    Published in Interviste

  • Intervista con La Monarchia

    Intervista con La Monarchia

    Published in Interviste

  • Intervista con il sassofonista Vittorio Cuculo

    Intervista con il sassofonista Vittorio Cuculo

    Published in Interviste

  • Intervista con i Parabola

    Intervista con i Parabola

    Published in Interviste

  • Due chiacchere con Marco  Merli , Frontman e musicista di Scala H

    Due chiacchere con Marco Merli , Frontman e musicista di Scala H

    Published in Interviste

  • Nuova intervista con Franca Barone

    Nuova intervista con Franca Barone

    Published in Interviste

  • Intervista a Ianez

    Intervista a Ianez

    Published in Interviste

  • Intervista con Mavì

    Intervista con Mavì

    Published in Interviste

  • Intervista con Meazza

    Intervista con Meazza

    Published in Interviste

  • Intervista con il cantautore Mauro Tummolo

    Intervista con il cantautore Mauro Tummolo

    Published in Interviste

  • Intervista con BF Project

    Intervista con BF Project

    Published in Interviste

  • Intervista con Silvia Donati

    Intervista con Silvia Donati

    Published in Interviste

  • Intervista con Stefano Dentone

    Intervista con Stefano Dentone

    Published in Interviste

  • Intervista con Mafalda Minnozzi

    Intervista con Mafalda Minnozzi

    Published in Interviste

  • Intervista con Diego Nicolosi

    Intervista con Diego Nicolosi

    Published in Interviste

  • Intervista con il cantautore Riccardo Morganti

    Intervista con il cantautore Riccardo Morganti

    Published in Interviste

  • Intervista con Benedetta Raina

    Intervista con Benedetta Raina

    Published in Interviste

  • Intervista con Urban Fabula

    Intervista con Urban Fabula

    Published in Interviste

  • Intervista con Carlo Mey Famularo

    Intervista con Carlo Mey Famularo

    Published in Interviste

  •  Intervista con Sabrina Di Monda

    Intervista con Sabrina Di Monda

    Published in Interviste

  • Intervista con AMPLIFIRE

    Intervista con AMPLIFIRE

    Published in Interviste

  • Intervista con Marquez

    Intervista con Marquez

    Published in Interviste

  • Intervista con Banda POPolare dell'Emilia Rossa

    Intervista con Banda POPolare dell'Emilia Rossa

    Published in Interviste

  • Nuova intervista con Enrico de Angelis

    Nuova intervista con Enrico de Angelis

    Published in Interviste

  • Intervista con i Giannutri

    Intervista con i Giannutri

    Published in Interviste

  • Intervista con la cantante e compositrice Franca Barone

    Intervista con la cantante e compositrice Franca Barone

    Published in Interviste

  • Nuova intervista con Chiara Ragnini

    Nuova intervista con Chiara Ragnini

    Published in Interviste

  • INTERVISTA CON ENTROPIA & VERA DI LECCE

    INTERVISTA CON ENTROPIA & VERA DI LECCE

    Published in Interviste

  • Intervista con AB Quartet

    Intervista con AB Quartet

    Published in Interviste

  • Intervista con LaRizzo

    Intervista con LaRizzo

    Published in Interviste

  • Intervista con Alessandro Bertozzi

    Intervista con Alessandro Bertozzi

    Published in Interviste

  • Intervista con Sam Onso & The Kiters

    Intervista con Sam Onso & The Kiters

    Published in Interviste

  • Intervista con Cazale

    Intervista con Cazale

    Published in Interviste

  • Intervista con Wild

    Intervista con Wild

    Published in Interviste

  • Intervista con  Mami

    Intervista con Mami

    Published in Interviste

  • Intervista con Matteo Basso

    Intervista con Matteo Basso

    Published in Interviste

  • Intervista con Antonella Bucci

    Intervista con Antonella Bucci

    Published in Interviste

Intervista con Mafalda Minnozzi

E’ uscito su tutte le piattaforme digitali da venerdì 5 febbraio 2021, Sensorial Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition) è il nuovo album delleclettica cantante Mafalda Minnozzi licenziato dall’etichetta MAMA Prod. Art. In questo disco figurano nomi altisonanti della scena jazzistica mondiale. Sensorial Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition) esalta la pregevole tecnica vocale di Mafalda Minnozzi, la sua spiccata personalità artistica, il suo fascinoso carisma, la sua raffinatezza interpretativa, ma soprattutto lanima soulful della cantante, anche grazie ai sopraffini arrangiamenti dal forte impatto emozionale, peculiarità che, da sempre, caratterizzano la fulgida carriera internazionale e multiculturale della Minnozzi, ricchissimo percorso artistico che si snoda in svariati Paesi dellAmerica del Sud, oltre che in Italia e negli Stati Uniti. Questa nuova produzione discografica, oltre a rappresentare un caloroso omaggio ad alcuni strepitosi compositori brasiliani meno noti in ambito jazzistico, tributa una vera e propria icona sacra come Antonio Carlos Jobim, il cui spirito artistico aleggia nellintero album, dalla prima allultima traccia, influenza riconducibile al suo fortunato e fruttuoso sodalizio con João Gilberto. Questo scaturisce anche dal talento cristallino di Paul Ricci, che da fine arrangiatore ha collaborato con le cantanti Astrud e Bebel Gilberto, rispettivamente moglie e figlia dellimmenso João. Sensorial Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition) valorizza tutte le caratteristiche della musica brasiliana, ossia il mood melanconico e al tempo stesso festoso, brillantemente interpretato da Mafalda Minnozzi e dai suoi straordinari compagni di viaggio, oltre a Città Vuota-Its a Lonely Town e Nessuno al Mondo-No Arms Can Ever Hold You, canzoni inserite nel CD per omaggiare il pubblico italiano, che la cantante interpreta con grazia e palpabile trasporto emotivo. Ecco l’intervista gentilmente rilasciata dall’artista…

Fin da bambina hai sempre avuto  propensione verso l’arte e la musica?

M: Sì, fin da piccolissima ho avuto una grande disposizione naturale verso l’arte e verso la musica. Dalla scuola dell’infanzia fino ai miei sette anni, ho avuto la fortuna di frequentare a tempo pieno l’Istituto delle Suore Canossiane a Pavia che dedicava  spazio all’arte, soprattutto alla musica classica. Nel pomeriggio avevamo per esempio esercitazioni all’ascolto, ma anche aule di disegno e lezioni di danza classica. Io ero attratta da tutto e la mia infinita immaginazione mi spingeva a fare cose che nessun altra compagna di scuola faceva, come salire su un banco per raccontare storie inventate e fantastiche, oppure cantare proiettando la mia voce dentro una pentola per ascoltarne il riverbero, o ancora comporre poesie ricalcando i versi di Prevert in cui inserivo le mie parole preferite, “luna”, “mare”, “corsa” e “libertà”, come fossero pezzi di un puzzle.

É uscito da poco il tuo nuovo album, Sensorial – Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition)  . Sei soddisfatta di quello che è il risultato finale?

M: Sono molto soddisfatta del risultato finale e anche sorpresa di come sia riuscita a condensare tanti elementi così diversi tra loro. Mi riferisco al ritmo, all’improvvisazione, alla traccia melodica, al contenuto profondo e poetico dei testi. Credo di essere riuscita a trasformarli in qualcosa di organico, rendendoli talmente fluidi da diventare indispensabili l’uno all’altro. I quindici brani dell’album contengono tutte le mie esperienze, i miei incontri e le mie passioni e spero che arrivino al cuore della gente in maniera del tutto naturale. Ciò che mi rende ancora più felice è che le emozioni si rinnovano ad ogni nuovo ascolto, perché l’approccio è sensoriale e legato alla percezione del momento.

MAFALDA MINNOZZI 1 PH MURILO ALVESSO

Foto di Murilo Alvesso

Tra i brani, si nota la presenza di molti artisti di valore. Quanto contano queste collaborazioni artistiche per la riuscita di un brano?

M: Sì, è vero. Ho goduto della fiducia e della complicità preziosa di grandi anime artistiche. Il loro contributo è stato fondamentale per creare qualcosa di unico ed irripetibile. Sono tutti grandi professionisti che hanno come comune denominatore il talento, plasmato dallo studio, dal tempo, dalle esperienze e dall’umiltà, in un perenne esercizio di equilibrio e di generosità. Quando si decide di riunirsi in uno studio di registrazione per dar vita a un nuovo progetto musicale, ci si deve sentire parte di qualcosa che non sarà più solo nostro, perché fatto per emozionare gli altri. Tutti devono contribuire a un suono comune, a un’intesa. Se non c’è questo feeling, il risultato non sarà efficace.

Trovare un proprio stile è un passo importante per chi fa musica?

M: Per me è un discorso obbligatorio. Una lentissima costruzione verso la libertà. Si nasce con una voce che vive dentro un corpo, che a sua volta reagisce a tutti gli impulsi. Nel mio caso sono nata con un’intonazione naturale e un timbro vocale importante. A quel punto bisogna interrogarsi nel profondo e capire cosa si vuole fare con ciò che la natura ti ha così casualmente donato. Sono certa che si nasce artisti. Io sono stata sempre molto irrequieta e ostile all’omologazione e la ricerca di un mio stile musicale ha riguardato e riguarda tuttora la ricerca di uno stile di vita legato ai miei valori, per restare fedele al mio proprio credo. È stato un percorso anche fisico, in cui la curiosità mi ha spinto a incontrare luoghi, persone e quindi culture diverse, per sommare e aggregare altre conoscenze. Riconosco che, a oggi, la mia impronta stilistica è ben definita, anche se continua in costante evoluzione.

Credi che per una donna sia più difficile affermarsi nel mondo della musica?

M: Tutto diventa più difficile quando sei donna e nel mondo della musica lo è ancor di più. Il mio approccio come donna è stato e continua a essere vigile, cosciente e consapevole. Non sono mai stata né passiva né frivola,  tanto meno accomodante. Essere donna può essere un  grande privilegio, perché è un mondo stupendo di emozioni, sensibilità, dolcezza e sentimenti, una culla d’amore. Ed è per questo che ogni donna deve essere sempre protetta e rispettata e, aggiungo, ascoltata.

Per te, è stato difficile trovare chi credesse nelle tue qualità canore?

M: Senz’altro. È complicatissimo trovare qualcuno che creda in te quando l’argomento è così complesso da valutare. Entrano in gioco tanti fattori diversi che spesso non riguardano puramente il contenuto o il  valore artistico. Il prodotto musicale può essere manipolato, inventato, costruito a proprio piacimento, ma  anche scartato, lasciando indietro vite distrutte. Nel mio caso, è stata la gente che ha creduto in me e io ho creduto nelle loro reazioni, nelle loro meravigliose manifestazioni di affetto. Io ho sempre avuto dalla mia parte la platea, fatta di persone che mi amano e continuano a credere in me. Come d’altra parte stai facendo te, oggi, offrendomi questo spazio in cui posso raccontarmi. Sono anche stata fortunata nell'incontrare un grande amore, che ho sposato, e che ha sempre creduto in me confidando nel mio talento. Nel corso della mia lunga vita artistica ho trovato anche alcune persone di grande valore che hanno creduto in me: un direttore musicale sensibile, dei collaboratori fidati, ottimi musicisti, impresari artistici e due discografici visionari. Ho avuto dalla mia parte anche molti professionisti della comunicazione, specialmente conduttori televisivi e radiofonici  e critici musicali, a cui va la mia eterna gratitudine.

In molti artisti, la ricerca e il viaggio sono fondamentali. Succede anche a te?

M: Il viaggio è fondamentale per poter incontrare la ricchezza negli altri ed entrare in contatto con altre menti, altri costumi e modi di vivere. Il viaggio, in tutte le sue fasi, ha un valore assoluto e nella mia esperienza è il porto dell’anima, il porto dei ricordi. Per me significa approdo, ripartenza, conoscenza. La mia musica è fatta di viaggi e spostamenti, perché il sapere viene dall’incontro e dallo scambio . Il viaggio è anche e soprattutto speranza e buona energia, necessarie per fare musica.

MAFALDA MINNOZZI 2 PH MURILO ALVESSO

Foto di Murilo Alvesso

Quali sono i valori cui tieni di più?

La libertà, l’integrità morale, la giustizia, l’umiltà, l’onestà, l’amicizia.

Fare musica pensi debba essere più improvvisazione o studio?

M: Io credo che lo studio sia la base di partenza dei nostri comportamenti. Per me non è stato facile trovare il coraggio di contrastare la volontà di mio padre che avrebbe preferito che continuassi la sua attività commerciale. Per praticità ho conseguito una laurea breve in ingegneria elettronica. Poi ,a partire dai miei vent’anni, ho iniziato a dedicarmi totalmente alla musica e continuo a farlo. L’improvvisazione non caratterizza il mio percorso di vita né il mio percorso di musicista. Quando penso alla capacità dell’improvvisazione nel jazz non ho dubbi: senza studio ed esperienze non può esserci improvvisazione.

La scuola, a detta di molti, dovrebbe anche insegnare il rispetto e la conoscenza verso l’arte. Potrebbe essere un’arma valida per far risollevare le sorti di chi fa musica dopo questi anni di crisi?

M: Lo studio dell’arte e della musica deve essere al centro della formazione dell’individuo. Soprattutto a partire da questo momento storico che stiamo vivendo. Così come credo che dovrebbe avere più spazio lo studio della filosofia, atta a conoscere meglio il pensiero umano per metterlo a confronto con la storia dei popoli. Avvicinando la nostra osservazione all’arte possiamo dialogare con i nostri sentimenti più profondi, perché ci ritroviamo su un piano spirituale che tocca le corde dell’anima; possiamo anche mettere a nudo le nostre paure ed espandere le nostre certezze, sentendoci parte di qualcosa di molto più grande.

Oggi si parla tanto di precariato. In un certo senso, anche chi fa musica risente di questo clima d’incertezza?

M: Io credo che chi decide di fare musica, professionalmente parlando, debba avere la consapevolezza di fare un grande salto nel buio e avere la speranza di trovare una possibile luce nel corso degli anni e delle esperienze maturate. Credo che alla base della costruzione di un percorso artistico ci debba essere incoscienza e spregiudicatezza, così come la consapevolezza che dubbi e incertezze ti accompagneranno per il resto della tua vita.

In questi anni, l’artista viene spesso a contatto con la tecnologia. Come ti poni davanti ai vari strumenti tecnologici?

M: Sono senz’altro molto favorevole all’utilizzo della tecnologia applicata alla musica, che però non può e non deve sostituirsi alla capacità artistica. In uno studio di registrazione, ad esempio, la tecnologia digitale ha ormai sostituito l’analogico, fornendo strumenti straordinari. Processatori, equalizzatori, mixer facilitano la registrazione, la cattura del suono e la sua riproduzione, ma bisogna andarci cauti e non pensare che la macchina possa sostituirsi alle capacità emotive e all’immaginazione nel momento della creazione. Significherebbe violare lo stesso spirito artistico e diventare un peccato mortale inteso come morte della capacità creativa stessa.

Canzone e poesia. Pensi ci siano dei punti in comune?

M: Quando un poeta si mette a servizio di una composizione musicale, e quando un compositore adatta un brano alle parole di un poeta, si crea il binomio perfetto e nascono dei tesori. Io sono alla perenne ricerca di questi tesori da interpretare.  In Italia abbiamo tantissimi esempi: Fabrizio de Andrè, Luigi Tenco, Domenico Modugno, Ivano Fossati, Franco Battiato e lo stesso Mogol hanno scritto poesie come testo di canzoni.

Pensiamo anche all’opera di Jacques Brel oppure di Piaf in Francia e a quella, in Brasile, di Vinicius de Moraes che ha messo la sua poesia a servizio del maestro Antonio Carlos Jobim e Baden Powell. Canzoni capolavoro perché opere poetiche, in un connubio perfetto e sinergico di parole e musica che acquisisce forza popolare e raggiunge intere generazioni.

Preferisci il lavoro in studio o l’esibizione live?

M: Ho 35 anni di professione. In studio ho registrato molti album e accumulato altre esperienze con collaborazioni e duetti con altri artisti. Per me lo studio è sacro. Quando entri in studio, specialmente in questi ultimi anni, hai la consapevolezza che stai per realizzare qualcosa che rimane e che potrà essere ascoltato e consumato in qualsiasi parte della terra. Io sento questa responsabilità. Cerco quindi di svincolarmi da tanta pressione e di mettere a frutto tutta la mia esperienza, facendo confluire le emozioni verso qualcosa di tangibile che abbia un corpo e un valore assoluto per me. Invece nel live c’è la possibilità di avere un’interlocuzione con il pubblico e quindi ogni volta è diverso. Forse c’è più calore? Forse il messaggio è più diretto? Non lo so. Io sono onesta e sincera in entrambe le esperienze. Ma se proprio fossi costretta a scegliere, rinuncerei probabilmente allo studio pensando all’emozione del palcoscenico e all’incontro con il mio pubblico.

Cos’hai provato la prima volta che sei salita su un palco per cantare?

M: Avevo poco meno di dieci anni e la mia prima volta è stata in un festival per bambini, in un paese vicino al mio, a Camerino, in provincia di Macerata, nelle Marche. Sentii una grande emozione, perché avevo una voce possente molto, più grande del mio corpicino abbastanza gracile. I miei non mi diedero il consenso e quindi partecipai a questo festival accompagnata da una mia zia. Ricordo che mi piacque tantissimo stare al centro dell’attenzione, e vinsi il festival. Quando sentii chiamare il mio nome, ricordo perfettamente che pensai di essere diventata famosa e cominciai subito a preoccuparmi perché avrei dovuto spiegarlo o nasconderlo ai miei genitori. 

La musica rende uguali? E pensi possa unire i popoli?

M: Posso rispondere dicendo ciò che io mi aspetto dalla musica. Come risultato della mia esperienza musicale posso affermare di sì, la musica ci unisce, ci rende uguali e aumenta moltissimo la nostra capacità di comunicazione. La musica ha potere, ci dona la libertà, ci fortifica e accomuna le nostre emozioni, soprattutto quando impariamo ad ascoltare, quando ci mettiamo in gioco, quando vogliamo divertirci e quando abbiamo la volontà di condivisione. Ecco, in questi casi la musica ci corre incontro e ci dà la possibilità di realizzare una “community” di intenti e di felicità.

Cosa consigliare a chi desidera avvicinarsi alla tua musica?

La mia musica, che poi è la nostra musica, perché è pensata, creata, prodotta da me, dai miei collaboratori e musicisti, è una musica che coinvolge tutti i sensi. Posso dichiarare che è una musica trasparente, molto onesta. Nel live può essere ascoltata anche solo chitarra e voce e riesce a trasmettere tanta verità ed energia, un’energia passionale, tribale. È anche musica da vedere, essendo molto colorata con i colori della natura, quindi può essere considerata un buon antidoto alla tristezza e all’abbandono. Mi piace dire che la mia musica è esortativa e che riempie il cuore di bellezza.

Per ulteriori info:

Official Website: https://mafaldaminnozzi.com

Instagram: https://www.instagram.com/mafalda_minnozzi/

Twitter: https://twitter.com/fadamafalda

Youtube: https://www.youtube.com/user/mafaldaminnozzi

  • Ricerca Agenti